NAWAMED e GREENCHANGE: l’intervista all’esperto su NBS e zone umide artificiali

Il LIFE GREENCHANGE, nell’ambito delle attività di networking, lavora in sinergia con NAWAMED, il progetto a finanziamento europeo del programma ENI CBC MED.

Entrambi affrontano l’emergenza climatica e la scarsità di risorse idriche attraverso le “Nature Based Solutions”. Sono soluzioni mutuate dalla natura in grado di rispettare l’ambiente e potenziare i servizi ecosistemici.

Giuseppe Dodaro, rappresentante del CIRF – centro italiano per la riqualificazione fluviale – partner del LIFE GREENCHANGE, ha rilasciato un’intervista sulle “NBS” intraprese da NAWAMED. Adeguati processi di fitodepurazione serviranno per realizzare un’economia circolare per il riutilizzo delle acque reflue nell’area europea del Mediterraneo.

Clicca qui per l’intervista integrale.

Chief of “Natural Capital, Green Infrastructures, Agriculture” area of Sustainable Development Foundation, Giuseppe Dodaro nell’intervista ha anche sottolineato come, tra le NBS più efficaci per la conservazione della biodiversità, ci siano le “constructed wetlands“.

Proprio le zone umide artificiali sono tra le azioni che GREENCHANGE realizzerà nella Pianura pontina per migliorare lo stato delle acque artificiali.